Google Analytics – Url Builder

Monitorare Campagne di Advertising con Google Analytics

Google AnalyticsGoogle Analytics è un servizio gratuito davvero completo, che tutti conosciamo, ma in molti non lo sanno utilizzare al pieno delle potenzialità. Nel pannello di controllo la funzione che vi sto per descrivere è praticamente quasi introvabile. Sto parlando di quella funzione indispensabile per un buon online marketer, il refferel tracking.

Ora voi mi direte che sono pazzo perché lo strumento già ti dice tutto sulla provenienza dei click. Ad esempio, una campagna Adwords è gestita magnificamente, con dati di ogni specie. Il problema però sussiste quando non ho solo una campagna di Google Adwords attiva ma anche una su Yahoo!, una campagna PPC su MSN ecc. Lo sapevate che c’è la possibilità di monitorare queste campagne in maniera quasi perfetta? Se si non andate avanti a leggere quest’articolo, altrimenti state comodi che vi mostro come fare.

Url Builder di Google Analytics

Come sappiamo Google Analytics ci permette di impostare i “Goal”, ovvero le conversioni. Il procedimento è molto semplice e utile.  Con la stessa semplicità è possibile impostare un “monitoraggio specifico per le campagne pubblicitarie online diverse da Adwords”.

Come fare? Semplice. Esiste uno strumento che ci permette di creare delle URL specifiche per determinate landing page del sito per monitorare determinate campagne online. Ad esempio, se ho una campagna su Yahoo! è possibile inserire una URL particolare che fa da filtro e assegna le informazioni pre-impostate direttamente nel nostro account di Google Analytics.

Tramite il tool Url Builder è possibile impostare:

– Nome della sorgente della campagna (ad esempio “Newsletter o Yahoo! Overture)
– Mezzo utilizzato per la campagna (ad esempio banner, CPC, e-mail ecc)
– Parole chiave (identifica le parole chiave acquistate)
– Contenuto della campagna (nome del gruppo per differenziare ad esempio i vari annunci)
– Nome campagna (ad esempio il nome del prodotto pubblicizzato)

Questi dati verranno visualizzati nel pannello di analytics. In questo modo è molto più semplice monitorare l’andamento delle varie campagne separatamente.

Il tool per creare le URL lo trovate qui: Url Builder

Simone

  • http://www.ideawebitalia.it marco

    E non si limita solo a questo, si può utilizzare anche per misurare l’effetto di un intervento sui social media, per le campagne off-line (radio, tv, ecc…). In quel caso siccome l’URL con tutti i parametri non è adatto ad essere ricordato né pronunciato (nè diffuso su Twitter che ha solo 140 caratteri), si possono utilizzare servizi di URL shortening come cli.gs

  • http://www.lucaeandrea.com Luca

    Ottima guida è proprio quello che stavo cercando per inserirlo in un mio progetto.

    Mi sa che aggiungerò anche questo blog ai miei feed!